Professionalizzazione della figura dell’interprete e/o traduttore

Alla figura del traduttore e dell’interprete professionista non corrisponde solo un profilo di elevate competenze culturali, linguistiche e traduttive nella lingua madre e nelle rispettive lingue di lavoro, ma anche di approfondite conoscenze in una o più discipline come diritto, economia, tecnica, medicina o informatica e di solide nozioni ed abilità professionale nel saper utilizzare i moderni ausili indispensabili alla professione.

Condizione imprescindibile tanto della traduzione quanto dell’interpretazione è la comprensione non solo linguistica, bensì materiale (ovvero relativa all’ambito di riferimento) del testo di partenza. Tuttavia è pur vero che i campi in cui le competenze specifiche di interpreti e traduttori sono richieste sono talmente vasti che nessun tipo di preparazione accademica può coprire tutte le discipline. Le conoscenze settoriali vengono pertanto veicolate a titolo esemplificativo: l’insegnamento è finalizzato a mostrare con l’aiuto di esempi come un domani l’interprete e il traduttore  professionista si troveranno ad affrontare con metodo nuovi settori. Nella disciplina di approfondimento tecnica per esempio vengono impartite nozioni fondamentali di carattere tecnico-scientifico, soffermandosi in particolare su determinati argomenti specifici.  

Tanto nel corso di laurea triennale quanto magistrale i laureandi del FTSK possono approfondire la conoscenza di una o due delle discipline sopra citate nell’ambito di corsi di insegnamento trasversale. L’offerta formativa con l’italiano come lingua di studio comprende esercitazioni di testi specialistici settoriali per le discipline diritto, economia e tecnica tenute da traduttori esperti in possesso di esperienze professionali in materia e di elevate competenze nei relativi ambiti di riferimento.

Durante il percorso formativo inoltre vengono acquisite competenze attinenti alla prassi negli ambiti traduzione assistita, gestione terminologica, documentazione tecnica, localizzazione software (adeguamento di un software ad un determinato bacino d’utenza o mercato di destinazione in relazione alle consuetudini linguistiche e culturali di una realtà locale), sottotitolaggio, ecc.

In questo modo l’offerta formativa è improntata alla prassi così da consentire la preparazione ottimale per affrontare al meglio gli elevati requisiti del mercato del lavoro di oggi.